mercoledì 23 novembre 2016

il mio non voto

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2016/11/21/news/reato-di-tortura-ecco-chi-blocca-la-legge-1.288911?ref=fbpe
«Un Senato inqualificabile e infingardo», come lo definisce il senatore dem Luigi Manconi, ha prima, in commissione, modificato ulteriormente il testo, rendendo necessario, quindi, comunque un altro passaggio alla Camera. E poi lo ha bloccato. 

  

   Nell'articolo sopra riportato c' è un esempio chiarificatore di come il sistema bicamerale possa in determinati casi essere utilizzato per bloccare una legge, anche da parte di pochi individui più simili a deiezioni fetide e inquinanti. 
   Questo dovrebbe bastarmi per farmi votare Si in questo maledettissimo referendum, appunto perchè anche se in modo imperfetto e pasticciato elimina parzialmente il senato, con le vecchie prerogative.
   In realtà non mi sento convinto nè da una posizione nè dell'altra, sicuramente non potrei mai e poi mai votare come la cosiddetta accozzaglia, per non dovermi vergognare per il resto dei miei giorni, ma neppure sono totalmente convinto dalle argomentazioni del Si di Renzi, Alfano, Casini, tanto per dire. 
   Quindi la mia ferma immodificabile decisione è Astensione, per una volta il mio sarà un Non Voto, e starò tranquillamente a vedere che cosa Il Popolo Sovrano deciderà.
   Tanto ormai dopo Trump è tutto possibile, anche il ritorno della monarchia!

mercoledì 9 novembre 2016

Ecco, è successo!

Dopo un lungo testa a testa il tycoon ha preso gli Stati chiave e alla candidata democratica non è rimasto altro che riconoscere la vittoria dell’avversario, nonostante – come riporta Cnn – l’ex segretario di Stato abbia ottenuto nel complesso quasi 170mila voti assoluti in più.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/11/09/elezioni-usa-2016-risultati-diretta-trionfo-di-donald-trump-clinton-davanti-di-170mila-voti-ma-e-sconfitta-negli-stati-chiave/3177940/





  

     Ecco, al fine il misfatto s’è compiuto. Il miliardario puttaniere Trump è il nuovo presidente USA, malgrado, in termini di voti, Hillary Clinton ne abbia avuti di più. Esattamente come successe a Gore, schiacciato dai trucchetti dei Bush, anche se ora l’affermazione sembra netta.
     Quindi, si può tranquillamente confermare il teorema dei corsi e ricorsi della storia e mi spiego. In ogni epoca, a un evento di tipo positivo, benefico, diciamo, per la condizione umana, come può esserlo una rivoluzione, ad esempio quella francese, è seguito il negativo.  Così dopo la caduta della monarchia e un nuovo stato per le classi povere c’è stato il Terrore e la ghigliottina di Robespierre. 
     Idem dopo la rivoluzione bolscevica che, semplificando,  si è trasformata nel socialimperialismo sovietico, con annessa invasione dell’Ungheria, della Cecoslovacchia ecc. In questo caso c’è stato di nuovo un momento positivo con l’arrivo di Gorbaciov e di Solidarnosc in Polonia, ma subito dopo c’è stato Yeltsin ed ora lo zar Putin.  Stessa storia in Cina, la rivoluzione di Mao, come aspetto benefico per le classi misere, è durato poco, spazzato via, da estremismi, banda dei 4, ecc. per trasformarsi infine in un grande potente impero capitalista.     
     E in America, a parte i Kennedy e gli omicidi di stato, al periodo funesto e guerrafondaio dei Bush, ci sono stati gli ultimi 8 anni di Obama, più positivi che negativi, ma ecco ora arriva il contraltare con il nuovo Moloch Trump. Un Cavaliere Nero al quadrato lo definisco, perché del Berlusconi ha tutte le caratteristiche, appunto moltiplicate alla enne potenza.
     Chissà forse anche per lui si prospettava qualche rischio per il suo impero, e da non politico professionista è sceso in campo per salvarsi le chiappe.
     E così com’è avvenuto da noi, il carisma che nasce dall’essere miliardario e promettere miracoli, ha colpito anche in USA.
     Non essendo un politico consumato si è inventata la sua teoria, che guarda caso, piace ai Salvini, alle LePen e ai Farage, nonché ai dittatorelli come l’Orban ungherese e l’Erdogan turco, e ovviamente a quel Putin, tanto amato anche dall’ex Cavaliere di Arcore.
     Poi è nettamente contrario all’energia pulita, considera il riscaldamento globale del pianeta una bufala e vuole tornare a sviluppare le miniere di carbone, senza parlare dei progetti di muro con il Messico. Ovviamente promette milioni di nuovi posti di lavoro, magari nelle sue imprese, sfruttati e sottopagati.
     Poco conta il profilo morale, puttaniere ed evasore fiscale, razzista e gradasso pericoloso, imprenditore inetto ma sempre a galla grazie ai soldi di papà, il tycoon col parrucchino ha conquistato le masse dei più sprovveduti, e dei più nazisti, addirittura con la benedizione del Ku Klux Klan, di molte povere donne pronte a farsi manomettere dal virile potere; e grazie alla “pancia” dei sentimenti, a quanto pare, molto vasta dell’America, ha sconfitto la più moderata e donna, Hillary, appoggiata strenuamente dagli uscenti Obama.
     Ed ora che alla Casa Bianca c’è un tale becero, che cosa ci aspetta, a tutti noi, e non solo all’America?     

sabato 29 ottobre 2016

una cosa tira l'altra

http://www.repubblica.it/speciali/esteri/presidenziali-usa2016/2016/10/28/news/usa_fbi_indagine_su_mail_clinton-150809276/







Una cosa tira l’altra. Considerazione

     Le elezioni americane, una considerazione. Ora, in quest’apparente grande democrazia si sta preparando, forse, si teme, un altro drammatico risultato, un pazzo come Trump, peggiore addirittura dei Bush, di infausta memoria. Noi ci lagniamo del nostro imperfetto sistema politico elettorale, ma che cosa succede negli USA? Un intervento dei poteri neri che amano l’imperialismo e le sue guerre riuscirà forse a sconfiggere una Hillary, che se non il meglio è comunque il meno peggio? Ci si mette pure l’FBI che non è tanto più pulito della CIA, quando vogliono fare le loro porcherie, cosa vogliono ottenere?
     Avremo di nuovo l’America dei marines all’attacco, dopo il periodo, non del tutto eccellente di Obama, ma comunque di tregua?
     Ed ecco la mia considerazione. Ci si rende conto che nel 2000 quando Al Gore venne sconfitto con clamoroso broglio elettorale in Florida, il cui governatore Jeb Bush, riuscì a far eleggere per pochi voti, mai verificati, suo fratello George, per l’America, ma non solo iniziò una storia  drammatica che è tuttora viva?
     Con il sistema, molto discutibile americano, non bastò a Gore avere più di 500.000 voti in più del candidato repubblicano, perché fu la sola Florida a far pendere la bilancia per Bush. E così invece di un Presidente illuminato, ambientalista, premio nobel per la pace, che ben aveva influenzato da vice l’intera presidenza di Bill Clinton, ci siamo ritrovati il Moloch di un Bush figlio, che sulle orme del padre ha scatenato quel grande dramma che si chiama Iraq, Talebani, e via via 11 Settembre, e oggi ISIS.
     Ecco come la storia può prendere una strada terrificante, piuttosto che un’altra costruttiva, radiosa.
     Ed ora ci aspetta il nuovo Moloch, un Cavaliere Nero elevato al quadrato, dotato di una spregiudicatezza pari solo alla sua pochezza come essere umano. E la storia, purtroppo, è zeppa di questi NONUMANI, alieni capaci di scatenare l’odio più inarrestabile di genti contro altre genti.
     Chissà, forse è il destino del nostro pianeta, malato e sovraffollato, che da una parte butta un terzo del prodotto alimentare, come scarto, mentre l’altra parte muore di fame. Un pianeta sempre più ucciso dal riscaldamento globale, che va perdendo i suoi ghiacci, e la sua biodiversità. Un pianeta sempre più ostaggio di chi ha potere economico e politico, che assiste impotente alle stragi di quella parte della sua umanità che, sfidando la morte, fugge ovunque da guerre e miseria.
     Chissà, forse è anche questo un modo, cinico e doloroso, inevitabile per ridurre la popolazione! Un sistema originale per contenere la crescita demografica!

mercoledì 26 ottobre 2016

l'invasione di Gorino, paese "piccino"

http://www.corriere.it/cronache/16_ottobre_26/dicono-undici-donne-2d911842-9af0-11e6-97ec-60bd8f16d4a5.shtml?refresh_ce-cp


     La brutta vicenda di Goro-Gorino segna, purtroppo, il punto di massima aberrazione noncivile alla quale siamo arrivati in fatto di accoglienza e disponibilità, cioè alla totale mancanza di empatia di alcune comunità italiane, che si collegano agli stessi comportamenti inumani di vari stati europei. Questa filosofia dei muri contro “l’invasione” di chi fugge dalla morte e dalla miseria di altre parti di questo mondo perennemente in guerra, non è detto che sia il punto di arrivo, e chissà che cosa ancora dovremo vedere a proposito della tragedia dei migranti. La cosa che fa più male è vedere come questa chiusura totale, aprioristica, disumana avvenga da parte di genti che nella loro storia hanno drammi come l’alluvione, vedi  Polesine, e grandi slanci di accoglienza e solidarietà nei loro confronti da parte di altra gente. Oggi di questo nulla ricordano. 
     E’ pur vero che tutta l’azione è resa possibile dal frenetico impegno di qualche avanguardia leghista, che al posto del cuore e del cervello ha pezzi di merda o pietre dure, ma anche le persone, che hanno la forza di non accogliere donne e bambini, alcuni magari soli e abbandonati, dimostrano una durezza e una meschinità preoccupanti.

     Al di là della paura infondata del diverso, tipica di persona piccina e ignorante, qui siamo in presenza di una esasperazione del sentimento egoistico  della difesa del proprio io, del proprio orticello, del proprio dato cultural-tradizionale. Il tutto ben condito con le parole d’ordine più feroci dei leghisti in prima linea, ardimentosi contro l’invasione dello straniero. Il boss Naomo dice addirittura “Chi mi accusa di soffiare sul fuoco taccia. La rabbia c’è, esiste. Dovrei essere invece ringraziato per aver salvato Gorino dall’invasione dalla criminalità e dal degrado”. Che poi il degrado umano e culturale, già l’abbiano abbondante in quel paesino lindo e pulito, dove espressioni come “a casa con calci nel culo” è la più dolce, forse non se ne rendono conto. 
     Ora il nome del paesino razzista fa il giro del mondo, insieme a quello dell’Ostello dal nome Natura e Amore che suona cinicamente beffardo, così come cinica e beffarda è la vittoria che hanno ottenuto grazie ad un Prefetto poco coraggioso che ha preferito non usare la forza del potere che tante volte viene usata fuori luogo, e creare di fatto un precedente gravissimo che individui beceri come i seguaci di Salvini potrebbero usare per i loro squallidi obiettivi.

Per fortuna non è così in altre realtà, vedi l’accoglienza di Napoli, e quello che avviene perennemente in Sicilia, dove il calore e l’empatia delle popolazioni sono inversamente proporzionali al livello economico e di benessere.


    E che siamo stati, e forse continueremo a essere un Paese di emigranti, chi se ne ricorda?
  
Un Naufragio Infinito


arrivano a noi da mille inferni
con il sorriso stanco della speranza
nudi e curvi su gusci dolenti
attraverso mari forza nove …

spettri esangui laceri come larve
cercano spazi di vita senza guerre e carestie
hanno pagato laidi caronti
sognando la luce della nostra civiltà…

chi non scompare inghiottito
da quel mare in cui aveva sperato
e con più fortuna e più forte
riesce ad approdare a quella porta
piccola isola da un cuore grande…

poi trova divise scure d’odio
e muri stupidi infami
a sbarrargli la via dell’illusione
a respingerlo come corpo estraneo
a ricondurlo  nel suo inferno
a stuprargli l’anima…

e c’è chi forse si rassegnerà a sfidare
senza leggi né diritti
con il solo  coraggio
di una sorda disperazione
la violenza becera di una filosofia razzista
resistendo per un progetto di futuro…

ma loro, i cittadini evoluti cosa pensano?
al più fanno spallucce
se invece fieri oppositori
nella strenua difesa
di valori esclusivi e sacri principi
son pronti al massacro del nemico
ahimè dimentichi di un passato
troppo lontano di avi migranti…

e oggi,
che la speranza è sempre più vana
e naufraga con le immense stragi
che non esauriranno l’esodo atroce
di quella parte del globo più disperato
che si affida ai mercanti d’anime
che cosa è cambiato?

niente!
solo lo stupore ipocrita e meschino
dei potenti d’Europa riuniti in aridi conclavi
che li uccide una seconda volta
solo  i commenti ignobili dei social in rete
che li uccidono una terza volta…

mentre solo chi è più sensibile
soffre e si dispera
ruggendo impotente
e naufraga inane insieme a loro