lunedì 12 marzo 2012

mostra 8 marzo


 
stemma-alcamo[1]stemma-alcamo[1]  

   Associazione  culturale                                                                                 
         RICERCARTE

                                               
               COMUNICATO  STAMPA

                     Santi…….uomini

MOSTRA  D’ARTE CONTEMPORANEA COLLETTIVA


Sarà inaugurata  Giovedi 08 Marzo 2012 alle ore 17,30  presso il Centro Congressi Marconi,Alcamo corso VI Aprile, la mostra  D’arte Contemporanea  dal titolo “Santi….uomini” organizzata   dall’Associazione  Culturale Ricercarte di Palermo e curata dalle Artiste Naire Feo e Piera Ingargiola
Presentazione e Testo della Prof.sa Maria Angela Eugenia Storti


lidea di fare una mostra e quindi creare un evento con questo titolo, nasce dal  fatto che molti uomini si credono santi , ma sono ben pochi i Santi che sono stati anche  uomini, almeno uomini di questo nostro strano tempo. Uomini che si sentono orgogliosi di essere maschi , degni della loro mascolinità  originata da quell’essere femminino.  Amo l’uomo in quanto mio simile , ma il suo scettro , reale o usurpato , non mi riguarda, a meno che l’intelletto di un singolo non meriti il mio omaggio, e persino allora la sottomissione è alla ragione e non all’uomo.  “- parole tratte da” Sui diritti  delle donne “ di Mary Wollstonecraft  , intellettuale  anticonformista , sostenitrice caparbia dei diritti delle donne e tenace nemica di ogni forma di iniquità, dispotismo e oppressione. Fortemente avversata dagli uomini e incompresa dalle donne della sua epoca (  1759  Londra). Alla luce di questo viene da pensare  che un “maschio”intelligente sarebbe d’accordo con quanto appena detto , perché è giusto riconoscere e inchinarsi  alla ragione  ma non alla forza. Si presume che quando si tende a vantarsi di sé, spesso si teme che gli altri non vedano le potenzialità che pensi di avere , e dico pensi di avere perché non sempre questo corrisponde a verità , di conseguenza si tende ad elevarsi al di sopra di tutti con le conseguenze che ben possiamo immaginare  in vari campi,  in fabbrica come in politica , all’interno del nucleo familiare ecc ... , tanto per fare degli esempi, alcuni uomini( maschi) pensano di essere superiori a tutto e a tutti calpestando  chiunque si trovino davanti. Un uomo che si comporta in questo modo ha ben poco di Santo ma il bello è che pensa di esserlo. Allora ci chiediamo è davvero così? Tutto è lecito pur di andare avanti ? In questo sta la sfida che oggi vi invitiamo a condividere , diamo una risposta a quella che può sembrare una nostra domanda ma che in effetti siamo in molte a farci. Esprimiamo attraverso lArte quello che ogni donna pensa di uomini che si credono Santi. 
Elenco Artiste:  Giovanna Accardi , Antonella Affronti Luciana Anelli,Tiziana Ardagna,  Ilenia BevaMiriam Buttiglieri Cettina Callari,  Giuseppa Caruso,Domenica Cataldo,  Paola Di Rosa , Antonella FarinPiera Ingargiola,  Valeria lo Dico,  Maria Lo Duca, Maria Laura Riccobono,  Maria Salvaggio,  Angela Sarza Nancy Sofia , Antonella Stillone,  Ketty Tamburello ,Maria Felice Vadalà,  Maria Vinci, Tiziana Viola Massa

                                                   
                                       



                       Santi….uomini   Dal 08-03-12 al 13-03-12
-

CENTRO CONGRESSI MARCONI
CORSO VI APRILE – ALCAMO( TP)

Orario.10:00-13:00 –17:00-20:00
Tutti i giorni

La partecipazione alla mostra di Maria Vinci e Gianrelli



Infibulazione


l’obbrobrio antico
che continua a spegnere
la femminilità e il sogno
nella metà del cielo più luminosa…

la bieca violenza di uomini
che in nome di un fanatismo
cieco e vile s’illudono d’imporre
una supremazia effimera…

dolci donne inermi
prede di fetide belve umane
e dal dogma della sopraffazione
sempre vivo e vegeto…
             
giovani fiori di sesso
appena sbocciato e già reciso
dai denti di un Islam
dell’odio e del dolore…

per quanto ancora 
il cosiddetto mondo civile
rimarrà spettatore ignavo
di un misfatto così intollerabile?

e…tu uomo, più in generale
ovunque tu sia, quando imparerai
che la donna, madre o compagna
figlia o amante è creatura tua pari
da amare con rispetto e da preservare
come fonte e ragione di vita?