martedì 16 aprile 2013

16 Aprile 1943-2013



                                 cliccare sull'immagine per ingrandire 




I miei primi 70



sono arrivati anche i 70 e

hai un bel sentirti giovane dentro

ma troppo spesso ormai

la stanchezza mi mangia le ossa

mentre la pigrizia mi sfianca

e neppure riesco a fare un pò

di ginnastica casalinga…



70 e una memoria fatta di rimpianti

per la fede incrollabile nella lotta

per un mondo migliore, più giusto

che mi ha accompagnato da sempre

nel percorso accidentato della vita

ma che ormai mi vede alla finestra…



70 e oggi che il mio tempo si accorcia

mi annienta la consapevolezza di una società

che sembra peggiore di quando nacqui

e m'inquieta l’insidia del futuro

per la salute del  pianeta in ostaggio 

tra l’impegno sagace di pochi

e una moltitudine stolta e spregevole

che sguazza nell’egoismo più sfrenato…



70 e i miei incubi per il momento politico

non trovano pace e mi annientano

con l’ossessione di un mostro invulnerabile

mentre speranze e illusioni impallidiscono

e mi condannano ad un futuro tetro

con l’assurda utopia di una salvezza nella fuga…



70 e dopotutto mi dico- di che ti lamenti?-

assistendo a un’attualità terrificante

di chi si toglie la vita disperato

per problemi davvero immani e penosi

nella quasi indifferenza altrui

e in assenza colposa di provvedimenti…



70 e continuo a inseguire il sogno

di un libro frutto del mio talento

o presunto tale che almeno mi liberi

da questa presunzione velleitaria

ma più scorre il tempo

senza che io impari a diventare ricco

più si allontana la chimera…



70 però e un patrimonio senza prezzo

l'amore tranquillo di una vera compagna

-lei sì un sicuro grande talento-

che mi aiuta a mantenere la rotta

in questo oceano minaccioso di tempeste

con la fierezza nel cuore

e la consapevolezza malgrado tutto

di prendere sempre sonno con facilità